Dipinti

Painting

“Amore dopo amore”

“Love after love”

2016

cm. 23x61x5,5

Acrilico e materiali misti su legno

“Amori passati, amori in essere, amori futuri.

L’amore come stato di necessità dell’animo.

L’amore come linguaggio di conoscenza e di trasformazione della visione della vita.”

“L’ignoto”

Unknow

2016

cm. 41x73x40

Acrilico e materiali misti su legno

“L’attimo di pausa.

Pausa di paura o di curiosità.

Provenendo dal conosciuto si scende verso l’ignoto, tentatore e tetro.

Ci si aggrappa all’ultimo lembo rassicuratore, nel tempo sospeso della scelta.”

“Nostalgia”

Nostalgia

2016

cm. 39x33x9

Acrilico e materiali misti su legno

“Le sabbie della memoria.

Da cui affiorano oggetti-ricordo.

Ricordi che si possono ancora vividamente vedere ma che oramai non si possono più toccare.

La rete-tempo avanza inesorabilmente.”

“Anima bianca & Anima nera”

White soul & Black soul

2016

cm. 23,5x51x10 e cm. 20x54x10

Acrilico e materiali misti su legno

“La duplicità dell’essere umano, lo yin e lo yang, una cosa e il suo contrario.

Ciò che ci dilania e ci completa.

La meraviglia dell’essere.”

“Terremoto”

Earthquake

2016

cm. 63x35x14

Acrilico e materiali misti su legno

“Campagna notturna squarciata da lampi di spada.

Il gelo spinale generato da un evento atterrente.

L’opera come percorso esorcizzante di una paura atavica, legata alla consapevolezza della miseria umana davanti a forze immani.”

“Omologazione”

Homogenization

2016

cm. 27,2x30x4

Acrilico e materiali misti su legno

“Cervelli sprecati per indolenza o ignavia.

Specchio del contemporaneo.

Dove le specificità sono state sbaragliate dal controllo delle masse.

In nome del denaro generato dal condumo.

E l’umanità ha perso sè stessa.”

“L’amore celato”

Hidden love

2016

cm. 29,5x30x6

Acrilico e materiali misti su legno

“Pudore o timore, circostanze o convenienze.

Tutto si può perfettamente celare fuorchè l’amore.

Ad occhi attenti l’amore è nudo.”

“Ossessione”

Obsession

2016

cm.36×39,5×10

Acrilico e materiali misti su legno

“Laddove un essere umano si chiude al reale.

Preda di un attimo continuo.

Spegnendo la luce che ha in sè.”